Benvenuti su Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
------| Equilibramento e sintesi degli opposti || Il Guerriero, impassibile nella gioia e nel dolore || Felicità, la negazione del dolore || Il Dolore nell’Insegnamento iniziatico || Legge di Risposta Espansiva e Legge del Quattro Inferiore || Del senso pratico della Massoneria || Il risveglio dei centri || Il Viaggio attraverso la Grande Opera /2.5 || Della qualità del consiglio |------
 HOME :: ARGOMENTI :: CATEGORIE :: GALLERIA :: LINKS :: CHI SIAMO :: CONTATTI :: CERCA  
:: ... ad Athos ::
Documento senza titolo

:: News da Esonet.com ::

:: ThePlanetarySystem ::

:: Primo Rotolo ::



Per visitare il
Primo Rotolo
clicca qui


 
Educazione Esoterica: Cercare il privilegio della conoscenza
Argomento:Domande e Risposte

Domande e RispostePerché alcune tecniche (Parole di Potere) non vengono mai rivelate nella massoneria, come a dire che potrebbero essere pericolose o male usate?

Documento senza titolo

Cercare il privilegio della conoscenza

di Athos A. Altomonte

© copyright by Esonet.it

 

Le domande qui formulate fanno riferimento all’articolo Orgonomia e tecniche protettive (n.d.r.)

 

D: Perché alcune tecniche (Parole di Potere) non vengono mai rivelate nella massoneria, come a dire che potrebbero essere pericolose o male usate?

 

R: Ti garantisco che i massoni non possono rivelare ciò che non conoscono né hanno mai posseduto.

Come ho già scritto, l’iniziazione simbolica non è una vera iniziazione, ma soltanto la rappresentazione virtuale dell’Iniziazione.

In un’altra occasione ho paragonato l’iniziazione simbolica, non solo massonica ma pure quella devozionale, ad un presepe: in cui è inutile cercare il “Mistero della Natività”.

La virtualità dell’iniziazione massonica, al pari di quella dei culti devozionali, ha poco a che fare con le iniziazioni ai “Misteri” delle antiche Scuole Mediterranee. Se non nell’immaginario collettivo.

Questo non significa che l’una e l’altra istituzione non abbiano conosciuto o dato asilo a veri Illuminati. La loro presenza, però, è stata più l’eccezione che la regola.

Ma di questo si è già moto discusso in altri articoli.

Diciamo che “per resistere all’ombra del materialismo”, cioè, al diffondersi della commercializzazione exoterica dell’iniziazione – un controsenso in termini si direbbe – alcuni Fratelli si premurano di custodire la luminosità delle impronte che sono state trasmesse. Affinché la “luce” delle ultime tracce non vadano irrimediabilmente disperse.

Sul “segreto” una cosa vale la pena di dire. Il “non dire” non è la chiave dei “misteri”. Chi attende che gli “venga detto” un segreto, attenderà inutilmente. La chiave dell’istruzione occulta, infatti, non è il dire o il non-dire ma il mostrare o il non-mostrare.

I Misteri, infatti, vengono mostrati non detti. Chi capisce questo, sa pure dove cercare, sapendo pure come meritarsi quel privilegio.

 

D: Se io volessi causare (attraverso il profumo) un deperimento di massa, mi basterebbe spruzzare qualche tonnellata di schifezze chimiche dal cielo e voilà... tutta la città è depressa e in preda a bassi istinti?

 

R: In effetti è proprio così.

Conoscendo i risvolti sottili dei sensi fisici (tatto, gusto, odorato, udito) abbiamo la consapevolezza che il profumo è paragonabile alla sensualità ed al desiderio.

E per capire che veniamo bombardati di continuo, come dici tu, di schifezze chimiche dal cielo, basta mettersi d’accordo sui significati dei termini.

Via etere, dal cielo dunque, attraverso la TV, in ogni momento, ci piovono addosso “tonnellate di schifezze” sensuali e passionali. Che catturano l’attenzione degli spettatori, drogandone la coscienza ed intossicandone i corpi astrali (mente emotiva). La cosa peggiore è che da questo bombardamento molti non sanno o non possono difendersi. Visto che il loro “io fisico” è focalizzato solo sull’astrale.

 

D: Non c’è il rischio che questa “perfetta padronanza” del ponte interiore, invece che essere raggiunta dall’iniziato/apprendista possa essere esercitata da qualcun’altro su di lui (possessione), da un Fr. maggiore, chi sopra di lui o da qualche altro tipo di entità?

 

R: Non entrerei nel merito della domanda, se non mi fosse venuto il dubbio che tu sia davvero sincero. Allora rifletti, caro amico: sai di che parli? T’immagini cosa sia veramente un Fr. maggiore? Non un imbecille qualunque, magari con tiara, fascia o gran collare.

Un Fr. maggiore, come s’intende qui su Esonet, è l’Iniziato spirituale. Qualcuno che manifesta visibilmente la volontà dell’anima, eseguendone il progetto. Un Operaio spirituale, insomma.

Capisci, allora, che un simile Iniziato abbia già vinte mille battaglie contro il “Male oscuro”. Che abbia pure superato prove e date ampie assicurazioni, prima di essere stato “Accettato” da una gerarchia superiore, come servente dall’anima.

Come è possibile, allora, dubitare di lui, credere che possa mettersi a “deviare” un aspirante? Che significato dai al termine «Maestro di saggezza», o «Maestro di Compassione»? Quello di un Essere che s’impossessa di un povero guscio umano, per diletto?

Credo che qualche volta si confonda la spiritualità con lo spiritismo. Perché, solo dai fenomeni di basso psichismo (v. articoli) possono insorgere fenomeni di possessione, ossessione o vampirismo.

In questi termini la domanda è paradossale, anzi, direi che il dubbio non sussiste.

Se poi andiamo più su, verso i “Superiori” di quell’Iniziato. Beh…! che dire: mi si chiude la bocca. E non entro nel merito nemmeno per paradosso. Tanto è il rispetto che devo.

Fraternamente  

 

torna su



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile     Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

 
Home :: Argomenti :: Cerca :: Galleria Immagini :: ESONET.COM English website

Esonet.it - Pagine Scelte d’Esoterismo, è un osservatorio qualificato ad analizzare i movimenti di coscienza legati alle tradizioni misteriche, mistiche e devozionali
[ Chi siamo ] - [ Disclaimer ] - [ Termini d'uso ] - [ Crediti ]

© 2005-2007 by Esonet.it Tutti i diritti riservati. La riproduzione degli articoli in www.esonet.it sarà autorizzata solo se il richiedente risulta accreditato.
Esonet non è responsabile in alcun modo per i contenuti del siti ad esso linkati. Tutti i loghi ed i marchi presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. Immagini, loghi, contenuti e design sono © copyright by Esonet.it - Powered by
Adriano Nardi

Generazione pagina: 0.20 Secondi