Benvenuti su Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
------| Il Guerriero, impassibile nella gioia e nel dolore || Felicità, la negazione del dolore || Il Dolore nell’Insegnamento iniziatico || Legge di Risposta Espansiva e Legge del Quattro Inferiore || Del senso pratico della Massoneria || Il risveglio dei centri || Il Viaggio attraverso la Grande Opera /2.5 || Della qualità del consiglio || Avere coscienza di cosa si vuole |------
 HOME :: ARGOMENTI :: CATEGORIE :: GALLERIA :: LINKS :: CHI SIAMO :: CONTATTI :: CERCA  
:: ... ad Athos ::
Documento senza titolo

:: News da Esonet.com ::

:: ThePlanetarySystem ::

:: Primo Rotolo ::



Per visitare il
Primo Rotolo
clicca qui


 
LettereHelenaRoerich: Sulla Medicina II - Sul Sonno e l'Alimentazione
Argomento:Agni Yoga

Agni YogaAttività onirica - Il Sonno, nutrimento del corpo sottile - Equilibrio per sonno e cibo - Un'Alimentazione sana non basta da sola a purificare

Estratti dalle «Lettere di Helena Roerich»

Sul Sonno e l'Alimentazione

Attività onirica - Il Sonno, nutrimento del corpo sottile - Equilibrio per sonno e cibo - Un'Alimentazione sana non basta da sola a purificare

Attività onirica

Molte persone spiritualmente avanzate (Discepoli accettati), di notte operano sul piano astrale e mentale, dando aiuto ai propri cari e ai propri amici o portando a termine compiti loro assegnati. Va chiarito, però, che le persone di inclinazioni medianiche ricordano meglio le loro avventure notturne, a ragione della struttura particolare del loro organismo. La ragione per cui, perfino gente spiritualmente avanzata ricorda, comparativamente, tanto poco delle attività nei piani sottili, è perché la differenza di vibrazione tra i due piani è troppo grande. Il cervello fisico non può registrare facilmente queste vibrazioni così fini e se le vibrazioni di questo, venissero innalzate con metodi artificiali, l'organismo verrebbe distrutto. Per quelli che sono giunti ad un certo grado di sviluppo mediante l'Agni Yoga è possibile più spesso conservare la memoria di queste attività notturne. Ma per questo sono anche necessarie certe condizioni cosmiche e fisiche.

Sono essenziali purezza e armonia dell'atmosfera circostante ed anche lo stare ad un'altitudine considerevole è di grande aiuto. Solamente un vero Adepto conserva una coscienza completa in tutti i tre veicoli e non è limitato nelle sue azioni. Ma, per questo scopo, anche egli necessita di un ambiente speciale.

Alcuni libri d'occultismo danno un racconto dettagliato delle visioni e delle avventure nel Mondo Sottile; spesso quelli che li hanno letti vedono queste impressioni cerebrali e le scambiano per realtà. Il nostro compito principale è di dare un avvertimento sui grandi pericoli dello sviluppo forzoso dello psichismo (che può derivare dal seguire i metodi esposti nei libri di pseudo-occultismo) e dello spiritualismo. Sarebbe molto più utile studiare il simbolismo dei sogni. Infatti ogni coscienza ha i suoi propri simboli, che spesso per un'altra coscienza hanno significato diverso se non opposto. I sogni sono studiati pochissimo e invece una ricerca corretta in questo campo porterebbe a risultati utilissimi. Ma, come per ogni altra cosa, l'onestà (questa rarissima qualità) è necessaria e, ahimè, sul piano spirituale o meglio psichico, è ancor più rara.

Il Sonno, nutrimento del corpo sottile

Il sonno è benefico e assolutamente necessario al nutrimento del nostro corpo sottile. Solo durante il sonno possiamo facilmente purificarlo e nutrirlo intensamente con le energie più fini, per non parlare delle utili lezioni che possiamo ricevere, mentre siamo in quello stato coscienziale. Non solo impariamo ad immergerci in sfere differenti, ma diamo la possibilità alla nostra parte sub-cosciente di emergere, con immagini, simboli ed emozioni, che vanno interpretati. Quando la coscienza di veglia non interferisce, lo spirito può nutrirsi particolarmente bene della sostanza vivificante del Mondo Sottile. Privato del suo cibo, lo spirito deperisce.

L'Insegnamento dice che al confine del sonno entriamo nei mondi ultraterreni. E ciò dovrebbe accadere in maniera naturale. Dobbiamo solamente allenarci a stare in guardia, a stare attenti ed il mondo sottile si aprirà di fronte a noi ed al momento giusto sentiremo e vedremo quanto necessario.

Quando volevo accelerare la mia sperimentazione, che era praticata sotto la supervisione del Maestro, ero solita chiedere: “Cosa debbo fare? Qual è il migliore regime per il mio scopo?” Ricevevo sempre la stessa risposta: “Devi solo rimanere serena”. In questa serenità ed equilibrio sta l'intero segreto del successo. Ed ora, nei giorni della tremenda battaglia tra Luce e tenebre, sentiamo sempre la stessa cosa: “Siate cauti, abbiate cura della vostra salute; questa è la cosa più importante.”

...L'Insegnamento non ha mai parlato della desiderabilità o della possibilità di fare a meno del sonno. La sola cosa menzionata è che a quote di ventunomila piedi (sette mila metri) è quasi possibile farne a meno. Ma c'è gente che vive o che possa vivere a tali altezze? Passando ad altitudini elevate durante i nostri viaggi in Asia Centrale, abbiamo sperimentato la verità di quanto detto, ma la vita nelle valli necessita di sonno. Per esempio, quando eravamo nelle città ci veniva detto di dormire non meno di sette od otto ore.

Certo, viene detto che nelle montagne si può dormire e mangiare assai meno, perché la necessità per entrambe in quei luoghi, decresce sensibilmente; ma nell'atmosfera contaminata delle città viene consigliato con forza di prendere una quantità sufficiente di cibo, badando più alla sua qualità basata sul corretto apporto dei principali elementi nutritivi.

Inoltre, ad un'altitudine di settemila piedi, durante un esperimento con le energie del fuoco, ci fu indicato di mettere su peso, affinché i nervi non fossero eccessivamente esposti.

Equilibrio per sonno e cibo

Nell'antico Insegnamento si indicava “L'aurea via di mezzo”, ovvero l'Equilibrio.

E coloro che volevano avvicinarsi alla grande conoscenza venivano esortati ad evitare gli estremi. Nulla è più distorto di questo concetto di Equilibrio. Mi sembra che ciò sia accaduto ed accade ancora oggi, soprattutto per la difficoltà che gli uomini hanno nel praticare la disciplina.

Tutto ciò che è forzato o esagerato viene condannato. Perciò quando si avverte di diminuire cibo o sonno, va detto, con molta chiarezza, che quando la sensibilità spirituale comincia a farsi preponderante, sarà l'organismo stesso ad indicare ciò che necessita. Si può diminuire cibo e sonno fino ad estremi, ma il risultato finale è molto triste: indebolimento dell'organismo, pazzia e perfino morte. Una persona che dorma normalmente sette o otto ore, che mangi a sufficienza, ma che aspiri ardentemente a purificare il proprio pensiero, può arrivare a risultati eccellenti.

È molto più facile andare per estremi ed iniziare un digiuno che esaurisce, caricarsi di pesi, in generale praticare austerità, che arrivare alla vigilanza ed all'autocontrollo assieme alla completa salvaguardia della forza. Ma senza autocontrollo nulla è possibile. Devo aggiungere ancora che, mentre sonno e cibo sono assolutamente necessari al nostro organismo, ci sono norme differenti per organismi differenti. È consigliabile vedere come un segnale d'allarme una diminuzione di energia; e questa diminuzione può non essere evidente per un certo periodo, per poi apparire improvvisamente. Perciò evitate ogni declino e con tutta la vostra forza tentate di preservare la preziosa sostanza delle energie del fuoco (energia psichica).

Non è tanto la diminuzione di cibo, ma la mancanza di sonno che danneggia l'organismo. Un essere umano non ha bisogno di molto cibo. Perciò per colui che fa lavoro mentale, due o al massimo tre pasti al giorno sono sufficienti. Due o tre frutti o vegetali al giorno, un po' di cereali, un po' di latte e burro, sono già una buona dieta. La maggioranza delle malattie del genere umano traggono origine da ogni sorta di eccessi e in modo particolare dal mangiare eccessivo.

Essere vegetariani, è auspicabile, soprattutto perché la carne è causa di molti seri avvelenamenti e malattie.

C'è un detto buddhista: «Se la spiritualità potesse essere raggiunta cibandosi di vegetali, l'elefante e la vacca vi sarebbero giunti molto tempo fa».

Si dice anche: «L'ascetismo non ha valore ai fini della liberazione. È molto più difficile trovare un uomo dotato di pazienza, che uno che viva di aria e radici e che vesta di foglie e di scorze. Se un uomo è indebolito da fame e sete, se è troppo stanco per poter controllare le proprie emozioni e pensieri, come può arrivare a quella mèta alla quale si giunge solo per mezzo di mente limpida ed espansione di coscienza?».

E ancora: «Affinché le corde della vita possano suonare armoniosamente, non devono essere troppo tirate o troppo lente. In verità ogni tensione, se troppo strenua fallisce e se non è energica a sufficienza porta a passività ed inerzia».

Si faccia ricorso al proprio senso di commensura. Si riconoscano i limiti della tensione e si cerchi equilibrio nelle proprie capacità! La rinuncia degli eccessi terreni deve essere fatta in spirito, nella propria coscienza.

«Chi digiuna mentre pensa con desiderio al cibo, è peggio di chi si ciba di carne». È sempre bene ricordare che colui spiritualmente cosciente, rinuncia facilmente a tutti gli eccessi; nemmeno ci pensa, ma lo fa in modo naturale. Così il vero successo sta nella purificazione e nell'accrescimento della coscienza ed ogni altra cosa è secondaria.

È anche piuttosto sciocco, pensare che si possa sviluppare ed accrescere la propria riserva di energia psichica per mezzo di lavoro eccessivo e poco sonno. Lo sviluppo corretto dell'energia psichica di buona qualità è possibile solo per mezzo dell'ampliamento della propria coscienza e dell'Aiuto delle Grandi Fonti. Tutti gli altri metodi ed esercizi forzosi, possono portare solo alle manifestazioni basse di questa energia, oppure finiscono col condurre alla medianità, all'ossessione e perfino alla morte. Ecco perché è così importante additare a tutti la via del Giusto Mezzo e la cura della salute.

Un'Alimentazione sana non basta da sola a purificare

L'idea di cibarsi solo di vegetali non ha cause sentimentali, ma puramente mediche. Quelli che si incamminano sulla Via del Servizio e del vero Discepolato devono curare particolarmente la purezza in tutto.

Cristo disse, “Ascoltate, e comprendete: non è quello che l'uomo introduce nella bocca a contaminarlo; bensì ciò che né esce”.

L'ascetismo non ha alcun valore quale mezzo di liberazione della mente dai legami terreni.

Sì, è molto difficile per le persone comprendere che la purificazione più importante riguarda i pensieri e le motivazioni, principali generatori del karma personale.

Quando un uomo è “nobile in spirito”, quando è avvenuta la trasformazione ignea dei centri, egli è in grado di rendere innocua la sostanza più nociva, basandosi sui suoi fuochi interiori; la sua potente emissione di energia psichica purifica e trasmuta ogni cosa.

Vorrei ricordare alcuni paragrafi dei libri di Etica Vivente che apparentemente non sono stati letti sino in fondo da alcuni interlocutori.

In Aum, è scritto: “Similmente, se vi suggerisco una dieta vegetariana è per evitarvi di nutrire di sangue il corpo sottile. L'esistenza del sangue, permea totalmente sia questo che il fisico, ed è così indesiderabile che solo in casi estremi concediamo l'uso di carne seccata al sole o di quelle parti in cui la sostanza del sangue è totalmente trasmutata. La dieta vegetariana è dunque importante anche per la dimora nel Mondo Sottile”.

Nella seconda parte di Foglie del Giardino di Morya è detto che “l'uso del vino dimezza le possibilità ..... (e) i narcotici sottraggono i due terzi delle forze vitali”. In Comunità si afferma che “l'alcool è nemico della psico-meccanica” – un nemico dell'energia psichica, la quale è la base della nostra esistenza.

Dal libro Fratellanza, 21: “Qualunque cibo che contenga sangue è nocivo allo sviluppo dell'energia sottile. Se l'umanità volesse astenersi dal mangiare corpi morti l'evoluzione potrebbe accelerare.

Si è cercato di eliminare il sangue dalle carni, ma con scarsi risultati: anche senza esso la carne animale ne conserva sempre le emanazioni potenti. I raggi solari le distruggono in una certa misura, la loro dispersione nello spazio è nociva. Provate a sperimentare con l'energia psichica nei pressi di un mattatoio, e noterete segni di acuta pazzia, per non dire delle entità richiamate dal sangue sparso. Non senza ragione il sangue fu considerato sacro.

Si distinguono così varie categorie di persone, e ci si può convincere della forza esercitata dall'atavismo, che rafforza il desiderio di cibi sanguigni, poiché molte generazioni precedenti ne furono sature. Ma non c'è governo che curi la salute del popolo. La medicina e l'igiene statali sono di infimo ordine … Sulla via della Fratellanza, dunque, non devono esistere macelli”.

Fratellanza, 22: “E ci sono uomini che si dicono contrari a ogni spargimento di sangue, e che pure si cibano di carne. L'uomo è pieno di contraddizioni. Solo perfezionando l'energia psichica si promuove l'armonia della vita. Ogni contraddizione è frutto di disordine. Strati diversi hanno contenuti diversi; ma una tempesta può agitarne le acque, ed in seguito la giusta corrente stenterà a ristabilirsi”.

Anche in Sovramundano vi è un discorso concernente questo soggetto: “Non sono pochi i terribili risultati che derivano dall'opposizione alle Nostre Indicazioni. Alcune persone si oppongono a consigli molto utili, altre li eseguono esteriormente con una particolare attenzione a quest'ultima circostanza .

Se le persone comprendessero quale scarso valore abbiano i loro finti sorrisi esteriori! … Il consiglio più utile perde il proprio significato quando è rifiutato interiormente; allora, ne resta soltanto il guscio esterno.

Sarebbe inoltre necessario rammentare quante numerose utili indicazioni vengono distorte. Come esempio prendiamo il problema del cibo. Noi siamo decisamente contrari all'alimentazione carnivora. Ha già sufficientemente ostacolato l'evoluzione. Tuttavia, potrebbe verificarsi una carestia, il che permetterebbe l'assunzione di carne affumicata ed essiccata come misura estrema.

Noi siamo decisamente contrari al vino, è intollerabile tanto quanto i narcotici, tuttavia, esistono alcune malattie in cui è necessario l'alcool. Noi siamo decisamente contrari a tutti i narcotici, ma vi sono casi di tale insopportabile sofferenza che un medico non ha altro modo se non quello di farne ricorso.

Inoltre, si obietterà, perché non servirsi di suggestioni contro ogni dolore? Invero, è possibile, ma non è facile trovare una persona dotata di un sufficiente potere di suggestione. Sembrerebbe che queste Nostre Indicazioni siano abbastanza chiare, ma vi sono persone che solleveranno confusione producendo dei danni. I maldicenti affermeranno che Noi permettiamo l'uso di vino, narcotici e carne. Essi richiederanno una proibizione assoluta; ma se si ammalassero o avessero fame, sarebbero i primi a rimproverare il Maestro che li ha lasciati senza alternativa.

In aggiunta all'ipocrisia, ci si può aspettare ogni tipo di astuzia. Le persone si inganneranno se sono soltanto in grado di rivendicare le proprie debolezze. Tuttavia, non rifletteranno sui pericoli che creano. In apparenza, desiderano diventare nostri collaboratori, ma dov'è la sollecitudine che sta alla base di ogni collaborazione?

Il Pensatore soleva dire, «State attenti ad ogni assicurazione di amore, il grande fondamento del mondo non necessita di alcuna assicurazione, bensì di azioni»”.

torna su


Traduzione di Renato Siderati

A cura di Adriano Nardi



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile     Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

 
Home :: Argomenti :: Cerca :: Galleria Immagini :: ESONET.COM English website

Esonet.it - Pagine Scelte d’Esoterismo, è un osservatorio qualificato ad analizzare i movimenti di coscienza legati alle tradizioni misteriche, mistiche e devozionali
[ Chi siamo ] - [ Disclaimer ] - [ Termini d'uso ] - [ Crediti ]

© 2005-2007 by Esonet.it Tutti i diritti riservati. La riproduzione degli articoli in www.esonet.it sarà autorizzata solo se il richiedente risulta accreditato.
Esonet non è responsabile in alcun modo per i contenuti del siti ad esso linkati. Tutti i loghi ed i marchi presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. Immagini, loghi, contenuti e design sono © copyright by Esonet.it - Powered by
Adriano Nardi

Generazione pagina: 0.15 Secondi