Benvenuti su Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
------| Il Viaggio attraverso la Grande Opera /3.1 || Iniziare a conoscere se stessi (nel bene e nel male) || La Stele dell'Inventario di Giza la “sindone” della Grande Piramide / 3 || Equilibramento e sintesi degli opposti || Il Guerriero, impassibile nella gioia e nel dolore || Felicità, la negazione del dolore || Il Dolore nell’Insegnamento iniziatico || Legge di Risposta Espansiva e Legge del Quattro Inferiore || Del senso pratico della Massoneria |------
 HOME :: ARGOMENTI :: CATEGORIE :: GALLERIA :: LINKS :: CHI SIAMO :: CONTATTI :: CERCA  
:: ... ad Athos ::
Documento senza titolo

:: Primo Rotolo ::



Per visitare il
Primo Rotolo
clicca qui


:: 2 News da Esonet.com ::
·The Warrior unchanged in joy and in suffering
·Happiness, the negation of suffering
·Suffering in the initiatory Teaching
·The Journey through the Great Work /2.5
·World of Noise – World of Silence
·The Heroic Path
·The inner disciple
·Imago Templi / 6.17
·The Sensitive Sphere
·The Three Lights, the Four Castes and the Four Ages

Altro...

:: 2 The Planetary System ::
·Il giusto momento
·La Legge cosmica della Fratellanza universale (2° parte)
·La Musica delle Sfere
·Plenilunio in Aries: l’Arte del Pensiero
·Governo e Politica
·Aries 2018
·La Saga degli Eroi celesti
·Comunicazione della Nuova Cultura
·Il Ciclo Giove-Nettuno
·Il moto costante verso l’Unità

Altro...

 
SviluppoCoscienziale: Ciò che attrae o respinge è sempre fattore di crescita
Argomento:Alchimia del Fuoco

Alchimia del FuocoSecondo la legge di attrazione-repulsione ciò che affretta o rallenta il processo di crescita è determinato da ciò che attrae o respinge la mente.
Soprattutto nelle educazioni di tipo imitativo, ciò che invoglia o lascia indifferenti, diventa la linea guida delle tendenze caratteriali, designando i primi obbiettivi di crescita.

Documento senza titolo

Ciò che attrae o respinge è sempre fattore di crescita

(erotismo e moralismo)

di Athos A. Altomonte

© copyright by Esonet.it


Secondo la legge di attrazione-repulsione ciò che affretta o rallenta il processo di crescita è determinato da ciò che attrae o respinge la mente. Soprattutto nelle educazioni di tipo imitativo, ciò che invoglia o lascia indifferenti, diventa la linea guida delle tendenze caratteriali, designando i primi obiettivi di crescita. Durante la fase di crescita, il magnetismo della coscienza superiore è ancora inerte, la maggiore spinta emotiva è determinata dall'interesse o dal disinteresse sessuale. Dell'aspetto generativo si parlerà in seguito, quando parleremo dell'attività umana intesa come servizio reso alla natura planetaria. Ci occuperemo, invece, del suo risvolto paradossale. Perchè, nella società occidentale l'aspetto prevalente del sesso non è il sesso, ma la sensualità e l'erotismo suscitati dall'immaginazione.

 

La sensualità non è una forza innaturale ma un segno della naturale bellezza. La morbosità non le appartiene, ma può essere agli occhi che la osservano, delle menti che la eccedono, della rigidità che la condanna. Il suo eccesso può provocare danni, è vero: ma non meno di certi zeli religiosi che provocano guasti peggiori delle colpe che vorrebbero condannare.

 

Anche sulla sessualità, il pensiero umano si divide. La sensibilità intellettuale riversa sensualità nella propria arte, disegnando, scrivendo o musicando canoni di sublime bellezza, degni dell'ammirazione e del consenso di tutti. Altri, però, ne fanno un pruriginoso oggetto di onanismo mentale. Altri ancora la condannano, forse perchè la temono, forse perchè ne provavano repulsione. La questione è come sensualità, eros ed erotismo vengono concepiti. Se come il naturale gioco della seduzione, oppure come una trasgressione contro la morale naturale.

È difficile immaginare una morale della natura, e i codici redatti dall'umana ragione sono volubili come i tempi che li producono. Esiste, però, una scoperta interiore che vale più d'ogni morale. È la (voce) della coscienza, oggetto di studio di filosofi illuminati. Kant scriveva che la comprensione spirituale non può prescindere dalla coscienza morale (il syneìdesis socratico), ovvero, dall'essere consapevoli dell'esistenza di un tribunale all'interno all'uomo chiamato voce di Dio.

Un passo di un'antica pergamena trovato dall'egittologo tedesco Bertoleth riporta la stessa scoperta: «Io conobbi Dio che risiede nell'uomo, lo riconobbi, e distinsi questa via dall'altra via».

Infine, più che le regole, sono le decisioni a fare crescere o regredire l'individuo, fissando i limiti della sua capacità di giudizio.  

 

torna su



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile     Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

 
Home :: Argomenti :: Cerca :: Galleria Immagini :: ESONET.COM English website

Esonet.it - Pagine Scelte d’Esoterismo, è un osservatorio qualificato ad analizzare i movimenti di coscienza legati alle tradizioni misteriche, mistiche e devozionali
[ Chi siamo ] - [ Disclaimer ] - [ Termini d'uso ] - [ Crediti ]

© 2005-2007 by Esonet.it Tutti i diritti riservati. La riproduzione degli articoli in www.esonet.it sarà autorizzata solo se il richiedente risulta accreditato.
Esonet non è responsabile in alcun modo per i contenuti del siti ad esso linkati. Tutti i loghi ed i marchi presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. Immagini, loghi, contenuti e design sono © copyright by Esonet.it - Powered by
Adriano Nardi

Generazione pagina: 0.21 Secondi