Benvenuti su Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
------| Equilibramento e sintesi degli opposti || Il Guerriero, impassibile nella gioia e nel dolore || Felicità, la negazione del dolore || Il Dolore nell’Insegnamento iniziatico || Legge di Risposta Espansiva e Legge del Quattro Inferiore || Del senso pratico della Massoneria || Il risveglio dei centri || Il Viaggio attraverso la Grande Opera /2.5 || Della qualità del consiglio |------
 HOME :: ARGOMENTI :: CATEGORIE :: GALLERIA :: LINKS :: CHI SIAMO :: CONTATTI :: CERCA  
:: ... ad Athos ::
Documento senza titolo

:: News da Esonet.com ::

:: ThePlanetarySystem ::

:: Primo Rotolo ::



Per visitare il
Primo Rotolo
clicca qui


 
dalla conoscenza...: Alchimia sessuale - Il fuoco della materia
Argomento:Alchimia del Fuoco

Alchimia del FuocoDalla conoscenza alla liberazione mentale, fase 15

Alchimia sessuale - Il fuoco della materia, che prima lega e poi libera la mente - L’energia sessuale - I processi alchemici - L’Alchimia tradizionale e le 12 Porte interiori - Lavorare col Fuoco - Nozze alchemiche e spirituali

L’energia sessuale è il fuoco tellurico che, veicolato dal desiderio, spinge Uomini e Donne a riprodursi, associando l’atto generativo al desiderio di sopravvivere a se stessi.
...è notevole scoprire che la stessa energia che vincola l’umanità alla funzione generativa, può essere trasformata in potenza creativa da utilizzare nello sviluppo dell’intelletto.

Documento senza titolo

Dalla conoscenza alla liberazione mentale, fase 15

di Athos A. Altomonte

© copyright by Esonet.it


Alchimia sessuale

« … compito dell'Iniziato è trovare il Fuoco che asciugando la sua sostanza materiale, esalti la sua essenza solare.»

 

Il fuoco della materia, che prima lega e poi libera la mente

L'energia sessuale è il fuoco tellurico che, veicolato dal desiderio, spinge Uomini e Donne a riprodursi, associando l'atto generativo al desiderio di sopravvivere a se stessi.

Il fuoco tellurico imprigiona Uomini e Donne alla ruota della morte e della rinascita, affinché, con il loro sacrificio, preservino la specie dall'estinzione. La spinta sessuale produce caos fisico ed emotivo. Le sue pulsioni annebbiano la ragione e le tempeste ormonali inducono «l'innamoramento chimico»; producendo uno stato di esaltazione che, nella fisiologia animale, è chiamato "estro".

Negli agglomerati primitivi la libera espressione delle pulsioni sessuali erano fonte di un disordine sociale che veniva gestito da gerarchie costruite sull'aggressività e la forza fisica.*

__________

* Sesso e regole sociali - Il sesso tra consanguinei, gli accoppiamenti promiscui, la sodomia e l'omosessualità nell'era arcaica erano largamente praticati. La perdita o la conquista dei favori sessuali scatenavano lotte di supremazia, e gli accoppiamenti promiscui causavano disordini incontrollabili. Per frenare gli accoppiamenti promiscui, le società patriarcali stabilirono regole che subordinarono le attività sessuali a patti sociali. Con i contratti matrimoniali infrangere l'esclusività sessuale divenne tabù, e questo garantiva il dominio riproduttivo anche ai maschi gerarchicamente subalterni.

Il tabù sociale fu presto elevato a precetto morale sacro ed inviolabile, difeso dall'interdizione morale e religiosa dell'ordinamento sociale. Con l'esclusività sessuale sancita per legge l'adulterio, l'incesto, l'omosessualità ed altre promiscuità potevano essere praticate solo dalle classi dominanti. Mentre per le classi gregarie, trasgredire ai tabù sessuali significava incorrere in sicure sanzioni.
__________

 

L'energia sessuale

Se da un certo punto di vista la sessualità è l'espediente con cui la natura vincola i singoli ai cicli riproduttivi, dall'altro soddisfa i sensi, riduce l'aggressività, e attenua i conflitti emotivi diminuendo i livelli di stress. Ma sarebbe un errore ridurre il suo significato ai canoni del comune sentire. Mentre è notevole scoprire che la stessa energia che vincola l'umanità alla funzione generativa, può essere trasformata in potenza creativa da utilizzare nello sviluppo dell'intelletto. Infatti, subordinato ad una volontà intelligente, il caos sessuale viene organizzato in energia psichica che, a livello superiore, è anche capace di sviluppare la controparte sottile dei sensi fisici.

 

I processi alchemici

L'Alchimia mentale parte dal presupposto che non esiste contraddizione tra "natura fisica" e "natura immateriale". Perchè la prevalenza di uno dei due aspetti è solo apparente, dipende dai limiti dell'osservatore, che in alcuni casi li ha superati ricorrendo a strumentazioni scientifiche.

Una sua caratteristica è quella di considerare l'Uomo un Athanor vivente che contiene energia in perenne trasformazione. Per la complessità della sua coscienza l'Uomo è ritenuto il simbolo più rappresentativo della natura. Uno specchio che riflette l'energia dell'universo nell'ente che anima la sua coscienza, il suo corpo, il suo pensare il suo dire, il suo fare.*

__________

* Tutto è energia. Anche la materia solida è energia, solo tanto lenta da sembrare immobile. Eppure anche la materia si muove e si modifica. La sua lentezza è data dalla frequenza, cioè, dalla velocità con cui oscillano (vibrazione) le molecole. Qualunque sia l'apparenza, l'energia è la stessa che si trasforma nei diversi aspetti. Da quelli inconcepibilmente sottili ai più pesanti.
__________

 

L'Alchimia tradizionale e le 12 Porte interiori

L'Alchimia tradizionale conta 12 passaggi (porte) per trasmutare l'essenza dell'Uomo.

« Livre des Douze Portes D'alchimie » di George Ripley.

Premiere Porte De

La Calcination

Deuxieme Porte De

La Dissolution

Troisieme Porte De

La Séparation

Quatrieme Porte De

La Conjonction

Cinquieme Porte De

La Putréfaction

Sixieme Porte De

La Congélation

Septieme Porte De

La Cibation Ou Nourriture

Huitieme Porte De

La Sublimation

Neuvieme Porte De

La Fermentation

Dixieme Porte De

L'Exaltation

Onzieme Porte De

La Multiplication

Douzieme Porte De

La Projection

Le "Porte" sono i processi necessari alla trasformazione della sostanza emotiva in energia mentale, e dell'energia mentale in energia sottile. È chiaro che, come l'Ermetismo, anche l'Alchimia tradizionale si avvale del linguaggio simbolico e delle metafore per rivestire, occultandoli, i propri insegnamenti. Ad esempio, dal punto di vista iniziatico il Laboratorio alchemico non è la costruzione in muratura del "chimista", ma è l'Alchimista stesso, ed i suoi alambicchi sono il cuore e la mente. Nella sua Opera si avvale dei 4 elementi che per l'Iniziato sono:

le sensazioni (terra), le passioni (acqua), i sentimenti (aria), i pensieri (aria, o fuoco).

 

Il "fuoco" è l'elemento principe dell'Alchimista. Ma va chiarito che cosa s'intende con la parola fuoco. Dal punto di vista fisico è d'incomparabile eccellenza il processo digestivo, che divide brucia ed assimila le diverse sostanze alimentari trasformandole in forza e calore. Questo mirabile processo è reso possibile dal fuoco chimico, che brucia la materia per produrre altro fuoco. Il fuoco elettrico che sovrintende alle funzioni nervose e mentali, e si sviluppa nel fuoco della volontà, che a secondo delle necessità unifica, libera o distrugge.

Agendo con volontà intelligente, l'Alchimista raffina nella propria mente i pensieri nati dalle diverse ripartizioni della coscienza fisica (v. i metalli), prodotte dalle sensazioni, dalle passioni e dai sentimenti, fino a riunirle ai pensieri legati alla coscienza sottile (l'oro). I processi di trasformazioni particolari, finiscono per modificare la coscienza complessiva, trasformando l'identità dell'Uomo. Nasce, così, una nuova identità mentale (io sono) svincolata dagli spetti della natura fisico-animale. È la mente superiore (v. Ego sup.) che, slegata dai vizi e dai vezzi che la trattenevano all'aspetto terreno, è libera di volare nei piani alti della coscienza sottile.

 

Lavorare col Fuoco

La filosofia ermetica ricorre spesso al termine «Fuoco», che usa per indicare «energia» nei suoi diversi aspetti. L'uomo lavora con il fuoco fisico, con il fuoco della mente e, crescendo, può imparare a cooperare con il fuoco spirituale.

Il fuoco intellettuale fa nascere l'artista, l'inventore, lo scienziato: uomini, ma anche strumenti attraverso cui le Idee superiori possono accedere al mondo fisico, aggiungendovi nuovi significati. Dal fuoco spirituale nasce l'amore sapiente e disinteressato che rende il cuore uno strumento dell'anima e l'Uomo maestro del progetto divino.

Sono rari gli eventi di illuminazioni istantanee, avvenute solo per assolvere condizioni particolari. L'illuminazione mentale è la somma di tante piccole illuminazioni, chiamate iniziazioni minori. Le piccole illuminazioni avvengono sviluppando la consapevolezza che in noi esistono molti centri di coscienza minori.

Quando mente e coscienze minori si allineano la coscienza complessiva può assumere il controllo di ogni punto sensibile dell'essenza umana, trasformando l'identità fisico-animale in identità mentale capace di analisi interiore.

Prossimi alla liberazione mentale, però, appaiono i conflitti più complessi. Perchè, per un certo tempo i "fuochi" coesistono e gli interessi che restano accesi possono confliggere.

Ad esempio, il fuoco tellurico, che accende l'interesse sessuale, per un certo tempo, può distogliere attenzione ed energia allo sviluppo mentale disorientandola. Oppure, il fuoco mentale ancora poco sviluppato può ancorare l'attenzione dell'uomo su se stesso, rafforzando l'egocentrismo dell'intelletto. E questo contrasterebbe le spinte altruistiche del fuoco cardiaco.

Come l'illuminazione mentale, anche l'accensione della coscienza avviene per gradi. Questo significa che le modificazioni non avvengono simultaneamente, per cui bisogna saper controllare un centro inferiore mentre si rafforza quello superiore. Il problema, dunque, sta nella distribuzione energetica che, mentre arricchisce i centri di coscienza superiori (pensiero, amore e intelligenza creativa), ancora fermenta nei centri di coscienza inferiori.

 

Nozze alchemiche e spirituali

È impossibile parlare di fuoco tellurico senza ricordare la sensualità, ed è impossibile ricordare la sensualità dimenticandosi di parlare dell'amore. Dell'innamoramento fisico che attrae i due sessi fino a renderli complementari. Parlando di fuoco alchemico, però, il ricongiungimento che s'intende raggiungere non è quello che unisce uomo e donna, ma l'unione di «mascolino e femminino» di una stessa persona: senza distinguere se fisicamente sia un uomo o una donna.

La massima espressione del fuoco alchemico non è l'intelligenza ma l'Atto di Volontà. È la volontà che trasforma l'essenza umana, spiritualizzandone l'identità (sublimazione). È la volontà che accende il processo igneo, riuscendo a fondere l'essenza mascolina a quella femminina.

Maschio o femmina in questo caso non fa differenza, perchè, se vorranno evolversi entrambi dovranno sviluppare le prerogative opposte. Così, l'uomo dovrà sviluppare il femminino ch'è in sé (la sensibilità percettiva), mentre la donna dovrà sviluppare il proprio mascolino (capacità di analisi).

Per l'insegnamento iniziatico «mascolino e femminino» non hanno nulla a che fare con l'identità sessuale, ma sono diversi «stati di coscienza». Ne consegue il vantaggio di un lavoro comune, per cui in una coppia di iniziati, l'uomo, attraverso se stesso, faccia riconoscere alla compagna le prerogative del «mascolino», mentre la donna, attraverso se stessa può rivelare al compagno i misteri della femminilità. Dando vita ad un matrimonio di iniziati, fatto di coscienze e non solo di sessi.

 

Indipendentemente da ogni identità sessuale, quando si riesce a fondere in se stessi «mascolino e femminino», ovvero, quando percettività e logica si uniscono, si produce il matrimonio alchemico. Dall'unione nasce un terzo elemento (psichico), a se stante, che veniva descritto di natura androgina. In termini moderni, diremmo una identità transpersonale, la cui sovranità mentale (v. Ars regia) non ha più ostacoli a "dialogare" con l'entità sovramondana chiamata anima.

A secondo del livello di coscienza raggiunto, si possono classificare diversi tipi di nozze.

Le nozze fisiche, sancite dall'unione di due corpi.

Le nozze iniziatiche, sancite dall'unione di due coscienze aperte e illuminate.

Le nozze alchemiche, sancite dall'unione tra mascolino e femminino di uno stesso individuo.

Le nozze spirituali, sancite dall'unione tra una mente illuminata e la coscienza sottile.  

 

torna su



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile     Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

 
Home :: Argomenti :: Cerca :: Galleria Immagini :: ESONET.COM English website

Esonet.it - Pagine Scelte d’Esoterismo, è un osservatorio qualificato ad analizzare i movimenti di coscienza legati alle tradizioni misteriche, mistiche e devozionali
[ Chi siamo ] - [ Disclaimer ] - [ Termini d'uso ] - [ Crediti ]

© 2005-2007 by Esonet.it Tutti i diritti riservati. La riproduzione degli articoli in www.esonet.it sarà autorizzata solo se il richiedente risulta accreditato.
Esonet non è responsabile in alcun modo per i contenuti del siti ad esso linkati. Tutti i loghi ed i marchi presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. Immagini, loghi, contenuti e design sono © copyright by Esonet.it - Powered by
Adriano Nardi

Generazione pagina: 0.16 Secondi