Benvenuti su Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
------| Il Guerriero, impassibile nella gioia e nel dolore || Felicità, la negazione del dolore || Il Dolore nell’Insegnamento iniziatico || Legge di Risposta Espansiva e Legge del Quattro Inferiore || Del senso pratico della Massoneria || Il risveglio dei centri || Il Viaggio attraverso la Grande Opera /2.5 || Della qualità del consiglio || Avere coscienza di cosa si vuole |------
 HOME :: ARGOMENTI :: CATEGORIE :: GALLERIA :: LINKS :: CHI SIAMO :: CONTATTI :: CERCA  
:: ... ad Athos ::
Documento senza titolo

:: News da Esonet.com ::

:: ThePlanetarySystem ::

:: Primo Rotolo ::



Per visitare il
Primo Rotolo
clicca qui


 
: Una Allegoria Sottile (1678) - III parte
Argomento:Alchimia

AlchimiaL’America: l'Acqua

Oggigiorno, mentre il commercio si è aperto una strada maestra attraverso i mari fino in America, India e Occidentale, non ci sono grandi difficoltà a raggiungere questo continente ma molto differenti furono le circostanze per chi li ha scoperti.

Documento senza titolo

Una Allegoria Sottile (1678) - III parte

di Michel Maier
a cura di Giuseppe Barbone

 

Una Allegoria Sottile (1678)
Musaeum Hermeticum

Concernente i Segreti di alchimia
Molto utile da possedere e piacevole da leggere.
Michel Maier

Traduzione da testo francese a cura di: Giuseppe Barbone

 

L’America: l'Acqua


Oggigiorno, mentre il commercio si è aperto una strada maestra attraverso i mari fino in America, India e Occidentale, non ci sono grandi difficoltà a raggiungere questo continente ma molto differenti furono le circostanze per chi li ha scoperti. Dopo avere lasciato “le Isole dei Beati”, diventai passeggero a bordo di una barca che aveva un’aquila per figura di prua e, dopo aver superato numerose e severe tempeste ed uragani, finimmo per accostare in Brasile, una grande regione delle Americhe interamente ricoperta di foreste. La superficie del paese è diradata solamente quà e là da qualche fattoria di coloni, ci sono poche città e gli abitanti vivono nell’ignoranza ed inesperti nelle arti della civiltà. Come allora potrei sperare di sentire qualunque cosa della Fenice tra le persone che potrebbero appena leggere o scrivere? Si trovano tuttavia in questo paese degli uccelli molto rari e belli che non si trovano da nessuna altra parte, sebbene la Fenice, essendo un uccello miracoloso, non debba essere ricercata tra gli ordinari volatili. Gli alberi di questa terra sono ricchi di colori ed hanno un dolce profumo,un giorno mentre assaporavo la bellezza selvaggia della foresta ed ascoltavo la musica naturale degli uccelli, trovai una mela di una bellezza insolita e squisita che, guardandola da più vicino, presentava la seguente iscrizione:

All’interno di questa mela, se avrete fiducia in sua nonna,
spunterà un figlio che potrà abbracciare sua madre in una stretta innamorata.
Da questa unione spunterà in poco tempo un albero nobile
che fornirà allo sposo una mietitura d’oro.

Dopo avere riflettuto molto, mi è venuto dallo spirito che il seme che c’era nel frutto doveva essere posto nella terra, sua nonna, poiché l’albero parentale era sua madre. Allora l’ho inteso come un dono di Dio, ho seminato il seme e quando spuntò un piccolo arboscello, l’ho innestato nell’albero parentale, avendo prima tagliato quest’albero ad altezza del suolo, quando i due furono cresciuti insieme, diventarono un albero molto più glorioso come nessuno di essi lo era stato prima ed il frutto era quello del pollone che era stato inserito nell’albero parentale.... si dice che prima che gli Spagnoli raggiungessero il Brasile, non c’era nessuno cavallo in questo paese, in modo tale che gli abitanti del paese consideravano un soldato a cavallo come un mostro metà uomo e metà stupida bestia; tuttavia, quando cavalli ed asini furono introdotti dagli stranieri,gli abitanti trovarono molto desiderabile ottenere anche alcuni muli che sono il frutto comune di questi due animali. In questa epoca, c’era un certo capo che possedeva un gran numero dei due animali, sia asini che cavalli, ed aveva un interesse particolare a questo affare. Sapeva molto bene come riprodurre dei cavalli a partire da cavalli e degli asini a partire dagli asini ma non conosceva il metodo per far nascere dei muli partendo dai due. Egli sapeva di tutti gli insuccessi avuti senza conoscere il procedimento, questo è come dire, senza la luce di esperienze precedenti, è molto pericoloso ed incerto avventurarsi in esperimenti. La conseguenza fu che tutti i suoi sforzi per ottenere una mula a partire da uno stallone e da un’asina furono vani, probabilmente perché i loro semi non furono mescolati in giusta proporzione. Infine un Saggio che passava da questa strada e di cui la comprensione nel lavoro del segreto della Natura era infinitamente più acuta e più completa di quella di queste persone ignoranti, diede il seguente consiglio al nostro capo:

Se volete ottenere una mula che somiglia all’asino paterno
per la lunghezza di orecchio e la lentezza del passo,
dovreste alimentare ciascuno dei genitori
con una quantità di cibo giusto tanto grande come la loro natura esige.
Volete sapere qual’è questa proporzione?
Date due volte al maschio più che alla donna,
poi una giumenta concepirà una mula da un asino.

Questo consiglio fu seguito dal capo e, dopo parecchi insuccessi, la sua perseveranza fu coronata da un completo successo. Non appare neanche contrario al piano generale della Natura che due genitori differenti generino una prole che differisce da tutti e due. Guardate il leopardo, che si dice essere il risultato dell’incrocio della pantera maschio e della leonessa; allo stesso modo, il lupo e la cagna generano la lince; un pollone inserito in un buon albero produce un frutto differente da quelli del ceppo parentale - le nuove varietà di fiori sono ottenute da una mescolanza giudiziosa del polline e la polvere rossa chiamata la “nostra Tintura”, essendo mescolata col mercurio sul fuoco prodotto dall’oro, è completamente differente l’uno dall’altro. Adesso, questi americani sono capaci di eseguire un’esperienza più singolare con i metalli e particolarmente con l’oro. Hanno un tipo di acqua nella quale l’oro diventa tenero come la cera ed atto ad essere plasmato manualmente in qualsiasi forma che a loro piace. Questa acqua non è corrosiva, poiché non brucia le dita di coloro che prendono l’oro nelle mani. Ma non abbiamo bisogno di dubitare che sia una certa scoperta chimica,la quale è ottenuta da un processo di distillazione.... Siccome non potevo ottenere nuove notizie in America, mi misi a pensare di afferrare la prima opportunità per passare in Asia, presi con me un pezzo molto pesante e di valore di una certa specie di legno, il più prezioso che vive in Brasile e che è notevole per il suo colore di ebano brillante, poichè questo colore nero sembra usuale in America a causa dei pioppi nerastri e del suolo tinto di sfumature diverse. Il colore di questo legno sembra risultare dal caldo del sole e dalla meravigliosa particolarità del suolo americano del quale Monandez, questo sapiente medico di Siviglia, scrive come segue: “La varietà di colori che presenta il suolo del Perù è notevole. Se lo guardate da una certa distanza, ha l’apparenza di un piumino screziato disperso nell’aria sotto i raggi del sole: una parte è verde, un altra blu, altre sono ancora gialle,bianche, nere e rosse. In queste condizioni,ci sono tutti i differenti tipi di terra minerale: la terra nera, se è mescolata con l’acqua o del vino, ne fate un inchiostro eccellente, si dice che la terra rossa è il minerale di mercurio e che gli indiani usano per pettinarsi”. Soddisfatto, presi il mio legno, salii a bordo di una barca che ha un unicorno bianco come figura di prua e mettendo la vela per l’Asia, arrivai presto nel Golfo Persico.

- FINE -

torna su




 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile     Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

 
Home :: Argomenti :: Cerca :: Galleria Immagini :: ESONET.COM English website

Esonet.it - Pagine Scelte d’Esoterismo, è un osservatorio qualificato ad analizzare i movimenti di coscienza legati alle tradizioni misteriche, mistiche e devozionali
[ Chi siamo ] - [ Disclaimer ] - [ Termini d'uso ] - [ Crediti ]

© 2005-2007 by Esonet.it Tutti i diritti riservati. La riproduzione degli articoli in www.esonet.it sarà autorizzata solo se il richiedente risulta accreditato.
Esonet non è responsabile in alcun modo per i contenuti del siti ad esso linkati. Tutti i loghi ed i marchi presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. Immagini, loghi, contenuti e design sono © copyright by Esonet.it - Powered by
Adriano Nardi

Generazione pagina: 0.20 Secondi