Benvenuti su Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
------| La vita come giuoco e come rappresentazione /2 || Presentazione del ''Primo Rotolo'' /1 || L’Onda di Vita ed altri canoni di Filosofia esoterica || La vita come giuoco e come rappresentazione /1 || Incoerenza delle iniziazioni virtuali || Imago Templi/6.21 || La Presenza Umana Centrale e la Piramide dell'Umana Coscienza || Cambiare per crescere || La comparsa dei nuovi valori |------
 HOME :: ARGOMENTI :: CATEGORIE :: GALLERIA :: LINKS :: CHI SIAMO :: CONTATTI :: CERCA  
:: ... ad Athos ::
Documento senza titolo

:: Primo Rotolo ::



Per visitare il
Primo Rotolo
clicca qui


:: 2 News da Esonet.com ::
·Inconsistency of virtual initiations
·Imago Templi / 6.20
·The Journey through the Great Work /3.2
·The Journey through the Great Work /3.1
·Anamnesis of the inner reawakening
·Imago Templi / 6.19
·Imago Templi / 6.18
·Carry the Teaching to the crossroad!
·The Warrior unchanged in joy and in suffering
·Happiness, the negation of suffering

Altro...

:: 2 The Planetary System ::
·LE QUALITÀ DELLA LUCE: abstract.
·La costruzione dell’Antahkarana nell’essere umano
·Direzioni del Tempio cosmico: Leo – Cani Maggiore e Minore (Sirio & Procione)
·Leo 2021
·Organizzazione della Nuova Cultura
·La Restaurazione dei Misteri
·Organizzazione e Educazione
·L’esattezza del rapporto
·Psicosofia e Scienza
·Andar per Via

Altro...

 
Uso della Parola: A che serve la parola?
Argomento:Domande e Risposte

Domande e Risposte…il risveglio a nuova vita può solo avvenire dopo aver vissuto e superato la nigredo, operazione che “uccide” la personalità, l’ego, l’orgoglio?

Documento senza titolo

A che serve la parola?

di Athos A. Altomonte

© copyright by Esonet.it


D: …il risveglio a nuova vita può solo avvenire dopo aver vissuto e superato la nigredo, operazione che "uccide" la personalità, l'ego, l'orgoglio?

 

R: A che serve la parola? Credo che la si possa definire (usando una metafora) la "veste dell'anima" in quanto il pensiero è la sua (dell'anima) manifestazione materiale. Ma il fatto speciale non sta tanto nel significato che trasmette, ch'è una convenzione inventata dell'uomo, ma è il "suono".

Il significato è un "precipitato psichico" che "materializza" il pensiero, ma tono e vibrazione sono la parte occulta della trasmissione. Perchè, mentre la parola trasmette il significato elaborato dalla mente, tono e la vibrazione profonda trasmettono il sentimento dettato dal cuore. Così, se con la parola si può mentire (soprattutto con la parola scritta), nulla può alterare il tono e la vibrazione profonda.

La parola può creare idee e può distruggerle, mentre il suono può accendere, spegnere e alterare sentimenti e coscienze. Da qui comincia l'arte di "costruire col suono".

 

Per quanto riguarda il "nigredo", va detto che nell'antichità per colpire la mente di persone meno sensibili, si faceva largo uso dello psicodramma. Oggi, diremmo che il "nigredo" coincide col distacco. Cosa più facile a dirsi che a farsi, ma di certo non si procede né con l'immaginazione, né con la fantasia. I metodi, o si conoscono o non si conoscono, e averne pezzettini non farà mai un'Unità.  

 

torna su



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile     Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

Argomenti Correlati

AlchimiaAlchimia del FuocoLetture d'EsoterismoMassoneria

 
Home :: Argomenti :: Cerca :: Galleria Immagini :: ESONET.COM English website

Esonet.it - Pagine Scelte d’Esoterismo, è un osservatorio qualificato ad analizzare i movimenti di coscienza legati alle tradizioni misteriche, mistiche e devozionali
[ Chi siamo ] - [ Disclaimer ] - [ Termini d'uso ] - [ Crediti ]

© 2005-2007 by Esonet.it Tutti i diritti riservati. La riproduzione degli articoli in www.esonet.it sarà autorizzata solo se il richiedente risulta accreditato.
Esonet non è responsabile in alcun modo per i contenuti del siti ad esso linkati. Tutti i loghi ed i marchi presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. Immagini, loghi, contenuti e design sono © copyright by Esonet.it - Powered by
Adriano Nardi

Generazione pagina: 0.21 Secondi