Benvenuti su Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
------| Imparare a servire || Anamnesi del risveglio interiore || Il Nuovo Gruppo dei Servitori Mondiali || Esoterismo della parola || La Stele dell'Inventario di Giza la “sindone” della Grande Piramide / 5 || la Stele dell'Inventario di Giza la “sindone” della Grande Piramide / 4 || Il Viaggio attraverso la Grande Opera /3.1 || Iniziare a conoscere se stessi (nel bene e nel male) || La Stele dell'Inventario di Giza la “sindone” della Grande Piramide / 3 |------
 HOME :: ARGOMENTI :: CATEGORIE :: GALLERIA :: LINKS :: CHI SIAMO :: CONTATTI :: CERCA  
:: ... ad Athos ::
Documento senza titolo

:: Primo Rotolo ::



Per visitare il
Primo Rotolo
clicca qui


:: 2 News da Esonet.com ::
·Carry the Teaching to the crossroad!
·The Warrior unchanged in joy and in suffering
·Happiness, the negation of suffering
·Suffering in the initiatory Teaching
·The Journey through the Great Work /2.5
·World of Noise – World of Silence
·The Heroic Path
·The inner disciple
·Imago Templi / 6.17
·The Sensitive Sphere

Altro...

:: 2 The Planetary System ::
·L’arte luminosa del dire
·Ingresso geocentrico di Giove in Sagittarius
·Del Sole e dell’attività solare
·L’Arte universale delle Idee
·Vivere gli effetti del colore (prima parte)
·Scorpio 2018
·Settimo aspetto dell’Ordine: Gerarchia e Ritualità della Manifestazione
·Plenilunio in Scorpio: l’Arte del Pensiero
·Il Sistema delle Leggi universali – parte seconda
·Arte del Governo

Altro...

 
Ermetismo: Tabula Smaragdina Hermetis
Argomento:Alchimia

AlchimiaLa Tavola di Smeraldo, di Ermete Trismegisto fissa i principi basilari dell'ermetica.
La figura che presentiamo proviene dall'ABC dei Rosacroce, pubblicato nel 1785.

Documento senza titolo

Tabula Smaragdina Hermetis

di Hermes Trismegistus

prodotto per Esonet.it


La Tavola di Smeraldo

di Ermete Trismegisto

 

È vero, senza menzogna verissimo,

che ciò che è in alto, è come ciò che è in basso,

per compiere i prodigi di un’unica cosa.

 

E come tutte le cose vennero da una cosa sola,

per volontà e comando dell’Unico che le pensò,

così anche nascono tutte le cose da questa cosa una,

secondo l’ordine della Natura.

Suo Padre è il Sole e sua Madre la Luna,

l’aria lo porta come fosse nel suo seno,

la Terra è la sua nutrice e sostentatrice.

 

Questa cosa è all’origine di tutte le cose perfette che ci sono al mondo.

La sua forza è illimitata e si riversa in terra.

Separa allora la terra dal fuoco, ed il sottile o fine dal grossolano o spesso,

delicatamente, con grande industria e modestia.

Sale dalla terra al cielo e di là scende nuovamente in terra,

assume in sé la forza delle cose superiori ed inferiori.

 

Così avrai la gloria di tutto il mondo.

Perciò sfuggirà da te ogni oscurità ed ogni debolezza.

Questa è, di tutte le forze, la forza più forte:

perchè essa può vincere tutte le cose sottili

e può penetrare in ogni cosa solida e compatta.

Così fu creato il mondo. Ne conseguiranno mirabili combinazioni e

si verificheranno molti prodigi: la via per realizzarti è questa.

 

E per questo sono stato chiamato Ermete Trismegisto:

perchè possiedo le tre parti della saggezza di tutto il mondo.

Ciò sia detto del capolavoro dell’Arte chimica.

 

torna su



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile     Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

 
Home :: Argomenti :: Cerca :: Galleria Immagini :: ESONET.COM English website

Esonet.it - Pagine Scelte d’Esoterismo, è un osservatorio qualificato ad analizzare i movimenti di coscienza legati alle tradizioni misteriche, mistiche e devozionali
[ Chi siamo ] - [ Disclaimer ] - [ Termini d'uso ] - [ Crediti ]

© 2005-2007 by Esonet.it Tutti i diritti riservati. La riproduzione degli articoli in www.esonet.it sarà autorizzata solo se il richiedente risulta accreditato.
Esonet non è responsabile in alcun modo per i contenuti del siti ad esso linkati. Tutti i loghi ed i marchi presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. Immagini, loghi, contenuti e design sono © copyright by Esonet.it - Powered by
Adriano Nardi

Generazione pagina: 0.18 Secondi