Argomento:Domande e Risposte


Documento senza titolo

I Frati Maggiori

di Athos A. Altomonte

© copyright by Esonet.it


D: …nella indeterminatezza tra mito e storia di un Ordine come quello dei Rosacroce non si capisce se questi abbia influenzato la Massoneria e qual è il senso esoterico di questo supposto legame?

 

R: Cara amica, "visti da lontano"posso solo dirti che i R+C (Frati Maggiori) sono l'estensione occidentale dei MM che conosci. Un anello di congiunzione per "trasmettere" un'onda (Ponte) di conoscenza (l'Insegnamento perenne), che lasciato l'Oriente continua a svilupparsi verso Occidente. Come avviene per un Idea, che una volta raggiunto il cervello, deve essere prima recepita (lobo sinistro), poi realizzata (lobo destro) ed infine espressa (parola o azione).

L'abilità di coloro che la percepiscono l'Idea (gli Illuminati) deve essere almeno eguale a quella di chi (gli Iniziati) dovrà rivestirla di un comprensibile aspetto formale (progetto o insegnamento), armonizzando le strutture metafisiche dell'Idea a quanti, poi, dovranno realizzarla nei fatti (i Costruttori).

Ecco perché, sono dell'opinione che ogni esoterista dovrebbe ri-conoscere tutti e tre gli ambiti: quello degli Illuminati (spiritualmente), quello degli Iniziati (che formulano il progetto o l'insegnamento) e quello dei Costruttori (di Idee) che di seguito ne realizzano concretamente l'aspetto formale.

Questi sono i Tre comparti di una Gerarchia iniziatica e corrispondono a tre diversi "modus operandi " (specializzazione) della coscienza iniziatica.

L'Iniziazione, invece, è il cammino di chi lascia il "mondo delle parole" dirigendosi verso il piano delle Idee archetipe (metafisica spirituale), lasciandosi alle spalle le translucide sfere delle idee riflesse (le illusioni della mente fisica). Con questo spero di averti fornito qualche frammento sul quale costruire un pensiero.

Fraternamente

 

torna su







Questo Articolo proviene da Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
http://www.esonet.it

L'URL per questa storia è:
http://www.esonet.it/modules.php?name=News&file=article&sid=1035