Argomento:Agni Yoga


Documento senza titolo

Il sacro concetto di Maestro

a cura di Adriano Nardi

prodotto per Esonet.it


L'idea di obbedire ad un Maestro ripugna all'uomo.

Eppure, come potrebbe uno spirito restare sconfitto se il Maestro è il Faro che lo guida? Come può il fuoco del discepolo spegnersi se il Maestro accende tutti i fuochi? Come potrebbe lo Scudo del Maestro ostacolare l'allievo già ispirato dal Suo Insegnamento?

Nella coscienza umana è appena fioco il desiderio di impegnarsi in mutua cooperazione. Ma l'uomo deve imparare ad agire indipendente e a far suoi i pensieri emessi dal Maestro.

Così la Mente cosmica evolve; e l'uomo deve imparare a costruire in maniera superiore.

In verità, chi emula il Maestro ne assimila l'Immagine.

 

È con vero amore che si deve insegnare l'approccio al sacro concetto di Maestro.

Non bastano trenta denari per procurarsi un maestro. E con altrettanta saggezza bisogna scegliere i discepoli: lo stesso filo d'argento collega ogni Maestro a tutti gli allievi.

L'impegno, quando è assunto, diviene la base del karma.

Gli eventi della vita dimostrano come resti immutabile ciò che si è detto; nessuno può addurre a scusante l'ignoranza della legge.

Meglio dunque ripetere queste cose su ogni pagina che permettere un errore abominevole, gravido di conseguenze terribili.

È una legge che deve essere intesa non come severa, ma come vitale. È un consiglio da accettare non a parole, ma nel cuore. Non a caso la lingua è chiusa dalla cerchia dei denti.

 

Gli atti più odiosi sono l'abiura e lo svilimento del Maestro.

Dal momento che Noi introduciamo una nuova dispensazione nella vita bisogna impegnarsi con tutte le forze dello spirito per eseguire la Volontà superiore.

Quando affermiamo il grande valore della Bandiera della Pace bisogna acquisirla in ispirito. Solo così, in verità, il mondo sarà salvo. Questi tempi sono grandiosi, sono cruciali!

 

In verità, il sacro concetto di Arhat è stato deformato: è stato violato e privato di bellezza. Come arde fioca l'idea del Maestro del Bene comune nella coscienza del mondo! Ma la Verità vive, e Noi creiamo nel suo Nome.

Per trasformare la vita si deve pertanto accettare la Gerarchia come bellezza del Vero.

Così il cuore sottile promuove l'evoluzione cosmica. Bisogna realizzare il valore del punto focale nel cuore; il grande processo del cuore sottile deve essere compreso mediante il cuore.

da Gerarchia

 

torna su







Questo Articolo proviene da Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
http://www.esonet.it

L'URL per questa storia è:
http://www.esonet.it/modules.php?name=News&file=article&sid=1128