Argomento:Letture d'Esoterismo Orientale


Documento senza titolo

Anima di gruppo

a cura di Adriano Nardi

prodotto per Esonet.it

 

Estratti dagli scritti di Alice A. Bailey e del Maestro D. K.

 

Per ogni cosa in manifestazione, esistono una personalità e un’anima di gruppo; imparate a distinguerle chiaramente e a gettare il peso della vostra influenza dalla parte dell’Angelo di Gruppo. Ciò prepara quello stupendo riconoscimento cui tendono tutte le iniziazioni: la rivelazione della Presenza.

[...]

Come alcuni, con la meditazione, la disciplina e il servizio hanno stabilito un preciso contatto con l’anima e possono quindi essere canali per esprimerla e mezzi per distribuirne nel mondo l’energia, così coloro, che sono orientati alla vita dell’anima nel loro complesso formano un gruppo di anime in rapporto con la sorgente degli afflussi spirituali. Come gruppo e dal punto di vista della Gerarchia hanno stabilito un contatto con il mondo delle realtà spirituali.

Come il discepolo individuale stabilisce tale contatto, impara ad allinearsi rapidamente e allora, e solo allora, entra in rapporto con il Maestro del suo gruppo e risponde con intelligenza al Piano, così questo gruppo di anime allineate entra in contatto con certe grandi Vite e Forze di Luce quali il Cristo e il Buddha. La totalità dell’aspirazione, della consacrazione e della devozione intelligente del gruppo eleva gli individui che lo compongono ad altezze che isolatamente non sarebbero raggiungibili.

La stimolazione collettiva e lo sforzo d’insieme trascinano tutto il gruppo ad un’intensità di realizzazione altrimenti impossibile. Come la Legge di Attrazione, operante sul piano fisico, li ha riuniti come uomini in un unico sforzo comune, cosi quella di Impulso Magnetico comincia a governarli quando, sempre in gruppo e soltanto come gruppo, si dispongono come canali di servizio in puro oblio di sé stessi.

Questo concetto incorpora l’opportunità attuale che si pone a tutti i gruppi di aspiranti e agli uomini di buona volontà loro associati. Possono fare molto se lavorano insieme come un gruppo di anime. Ciò illustra anche l’importanza di questa legge che produce l’unione polare. Ciò che occorre comprendere è che questo lavoro esclude qualsiasi ambizione personale, anche se di natura spirituale, e qualsiasi ricerca di unione personale. Non è l’unione mistica delle scritture o della tradizione. Non è l’allineamento e l’unione con il gruppo di un Maestro, o la fusione con il gruppo di discepoli consacrati cui si appartiene soggettivamente, e neppure con la vita del proprio raggio. Queste sono tutte implicazioni preliminari e applicate in modo individuale. Vi invito a riflettervi.

Questa è un’unione più grande e più vitale perché è un’unione di gruppo. Ciò che stiamo cercando di promuovere è un’attività di gruppo tanto efficiente da produrre, al momento giusto, nel suo impeto crescente, un impulso magnetico così potente da raggiungere le Vite che vegliano sull’umanità e sulla civiltà, e operano tramite i Maestri di Saggezza e la Gerarchia riunita. Questo sforzo di gruppo evocherà da Essi un impulso di rispondenza magnetica che, per mezzo di tutti i gruppi di aspiranti, riunirà le Forze adombranti benefiche.

Lo sforzo concentrato dei gruppi oggi esistenti (che costituiscono soggettivamente un solo gruppo) può far sprigionare una tale ondata di luce, d’ispirazione e di rivelazione spirituali da produrre mutamenti definiti nella coscienza umana e condizioni migliori in questo mondo travagliato.

Aprirà gli occhi degli uomini alle realtà fondamentali che, finora, sono percepite solo confusamente da coloro che pensano.

 

torna su







Questo Articolo proviene da Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
http://www.esonet.it

L'URL per questa storia è:
http://www.esonet.it/modules.php?name=News&file=article&sid=1419