Argomento:Letture d'Esoterismo


Documento senza titolo

La strada maestra

di Athos A. Altomonte

© copyright by Esonet.it

 

Una strada maestra è un strada che ammaestra, cioè, un cammino d’esperienze e di conoscenze. E questo può essere interpretato in vari livelli.

Un contadino che aspirava a diventare "uomo d’arme", lasciava i campi (l’essere profano) e bussava al castello del signore, chiedendo d’essere accettato per intraprendere l’addestramento alle armi. Un altro che voleva farsi religioso, bussava alla porta del chiostro, chiedendo d’essere accettato come postulante. Chi si sentiva versato per l’arte, cercava l’artista e domandava di diventare apprendista. Chi voleva cucire andava dal sarto e chi amava cucinare chiedeva al cuoco migliore che conosceva. Poi, tutti volevano crescere e migliorasi, ognuno nella propria arte, mestiere e professione.

Oggi le cose non sono affatto cambiate. Il metodo della "trasmissione" o del "bocca-orecchio", non solo sono ancora necessari ma, come nel passato, l’affidarsi alle cure di un Fratello Esperto è ancora una garanzia di successo.

Non basta collezionare un po’ di libri (commerciali) e dedicarvi un po’ di tempo per diventare "esoteristi", tutt’al più si esercita la propria curiosità. Come l’uomo d’arme, il religioso, l’artista, il sarto e il cuoco hanno bisogno di ammaestramenti di qualità per diventare ciò che desiderano, anche l’iniziando deve seguire la stessa procedura. Farsi riconoscere, accettare e ammaestrare, da un vero ordinamento iniziatico, da un maestro esperto, o da un iniziato avanzato, capaci di far metabolizzare dei principi d’ordine superiore ad una struttura mentale comune, fino a renderla straordinaria.

Ammesso che si trovi la "porta giusta", e credo sia questa scelta la vera prova dell’Aspirante, dopo un buon ammaestramento, bisogna lasciare la sicurezza della teoria per inoltrarsi nell’incertezza della pratica. Il che significa lasciare il mantello protettivo di chi ci ha accolti e accresciuti, e passare alla prova dei fatti.

Entrare in una strada maestra significa, con una metafora, lasciare le mura del castello per intraprendere la ricerca del Santo Graal.

Di norma pochi "cavalieri" scelgono di percorrere questa via, alla ricerca della sacralità dimenticata. Molti, nonostante "spada e speroni", preferiscono bivaccare nelle osterie dei trivi, tra fumi di vino e gioco di dadi, dimenticando lo scopo del Giuramento fatto alla "cavalleria iniziatica".

 

 

«È bello scoprire segni del Mondo sottile nel bel mezzo della vita quotidiana. Come un cavaliere che s’arresta solo per chiedere la strada, così avanza chi ha il futuro nel cuore. Il sentiero è l’unica concezione che ben si adatti al soggiorno terreno.» Mondo del Fuoco § 347  

torna su







Questo Articolo proviene da Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
http://www.esonet.it

L'URL per questa storia :
http://www.esonet.it/modules.php?name=News&file=article&sid=1491