Argomento:Agni Yoga


Documento senza titolo

Un Insegnamento del Cristo

a cura di Adriano Nardi

prodotto per Esonet.it


La Stella di Allahabad indicava la via. Visitammo dunque Sarnath e Gaya. Ovunque vedemmo profanata la religione. Sulla via del ritorno, sotto la luna piena, occorse il memorabile detto del Cristo.

Durante la marcia notturna, la guida smarrì la strada. Dopo averla cercata alquanto, scorsi il Cristo, seduto su una duna, lo sguardo alle sabbie inondate di luce lunare.

Gli dissi: «Abbiamo perso la via. Dobbiamo attendere l'indicazione delle stelle».

«Rossul M., cos'è una via per Noi, quando il mondo intero Ci attende?»

E, presa una canna di bambù, tracciò un quadrato attorno all'orma del Suo piede, dicendo: «In verità, dico, con piedi umani». E, premuto il palmo, anche quello circondò d'un quadrato. «In verità, con mani umane».

Fra i quadrati segnò un pilastro sormontato da un arco.

Disse: «Come l'AUM deve penetrare nella coscienza umana! Ho qui tracciato un pistillo con sopra un arco, e poste le basi in quattro direzioni.

Quando coi piedi e con le mani l'uomo avrà eretto il Tempio in cui fiorirà il pistillo posto da Me, che i Costruttori ignorino la Mia Via. Perché dovremmo attendere la via, se Ci sta dinanzi?»

Quindi, levatosi, disfece con la canna ogni segno. «Quando il Nome del Tempio sarà pronunciato, l'iscrizione affiorerà. Il ricordo della Mia Costellazione, il quadrato e nove stelle splenderanno sul Tempio. Il segno del piede e della mano sarà inciso sulla Pietra d'Angolo». Così parlò Egli Stesso, sul far della luna nuova. E il calore del deserto era grande.

La Stella del Mattino è il segno della Grande Epoca, che sfolgorerà, come il primo raggio, dall'Insegnamento del Cristo. Poiché, chi innalzerà al cielo la Madre del Mondo, se non il Cristo, tanto disonorato dal Mondo?

MostraCi l'Arco della Cupola, dove entrare.

da Foglie del giardino di Morya II - Illuminazione

 

torna su







Questo Articolo proviene da Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
http://www.esonet.it

L'URL per questa storia :
http://www.esonet.it/modules.php?name=News&file=article&sid=184