Argomento:Massoneria


Documento senza titolo

Scheda 14 / Il potere del pensiero

di Marco Macrì

prodotto per Esonet.it


“Cogito, ergo sum” (Penso, dunque sono) - Cartesio

 

La Creazione è avvenuta successivamente alla volontà creatrice Divina (pensiero creatore) dopo che è stato emesso il suono primordiale (il verbo):

 

“In principio era il Verbo, il verbo era presso Dio, il verbo era Dio”.

 

Ogni volta che pensiamo emaniamo energia creativa. Il pensiero è energia emessa dalla mente, e la sua potenzialità si esprime sotto forma di vibrazioni, proporzionali all'evoluzione dell'individuo. Persone poco evolute emettono energia a bassa vibrazione, tanto pesante che può essere avvertita, e ciò capita entrando in un luogo dove la presenza energetica sia negativa. Fortunatamente ciò avviene anche per l'opposto, come nei luoghi sacri, dove si accumula energia positiva.

Un adagio ricorda che «le persone che pensano male ricevono male» e questo corrisponde al fatto che un pensiero negativo ritorna sempre al mittente nella stessa forma. Viceversa, il pensiero positivo può generare una enorme forza terapeutica, specialmente se emana dall'amore.

Il pensiero, una volta emesso, si arresta nel luogo di emissione oppure può essere inviato a distanza, a velocità superiore alla luce. Alcune persone, più evolute di altre, riescono a captare i pensieri delle persone presenti e, talvolta, possono essere loro di aiuto in caso di disperazione. La telepatia opera a trasmettere a livello fisico il pensiero, attraverso simboli particolari. Col tempo la scienza riuscirà a misurare con maggiore accuratezza il pensiero, rispetto alla elettroencefalografia (EEG), o alla macchina della verità.

 

Durante le cerimonie religiose e le riunioni massoniche si creano particolari forme pensiero (eggregori) ad alta energia positiva che contemporaneamente sacralizzano il luogo ed i presenti. Da quanto detto nasce la necessità di bene, sforzandosi ad emettere sempre pensieri positivi, frequentando persone che fanno altrettanto.

Al di là dei moralismi, è per mantenere una sorta d'igiene mentale che diventa auspicabile evitare luoghi carichi di energia negativa in cui si esalta la violenza, i bassi istinti, dove si eccitano le passioni o si pratica la promiscuità sessuale; questo, onde evitare di assorbire il ristagno di vibrazioni pesanti. Ne sono un esempio le carceri, che non diseducano al crimine. Sarebbe utile coinvolgere i criminali in opere sociali così da disabituarli al pensiero negativo. Invece, la ghettizzazione delle persone meno abbienti in tali luoghi, impedisce loro di mutare la negatività in attitudini sociali apprezzabili.

 

Al progresso individuale è di grande aiuto ogni sforzo che porti   a migliorare la capacità di creare forme pensiero positive di qualità sempre più raffinate.

Il pensiero è lo strumento della coscienza, come il cervello è lo strumento del pensiero, ecco che lo sviluppo prevede un accrescimento armonico d'ogni elemento in gioco.

A livello anatomico il cervello è costituito da due emisferi.

L'emisfero cerebrale sinistro è deputato a relazionare con il mondo che ci circonda e comunemente si dice che “capisce”. Esso ha una funzione razionale e funziona attraverso messaggi “in chiaro”. Le sue principali funzioni sono:

il controllo / la conoscenza / l'analisi su passato e futuro / la conoscenza / il parlare / la razionalità / il rapporto con lo spazio / l'analisi / l'aritmetica.

 

L'emisfero cerebrale destro, invece, è deputato al contatto con il mondo interiore e, comunemente, si dice che “sente”. Esso viene considerato l'emisfero emozionale. Le sue caratteristiche sono:

il rilassamento / la visualizzazione / la simpatia / l'intuito / le emozioni / la sintesi / la geometria / la spontaneità / la partecipazione / lo studio della letteratura / la musicalità.

 

Sviluppando gli aspetti sottile della propria coscienza, sempre più informazioni passano dal lobo sinistro al destro, attraversando la barriera che li divide, il corpo calloso, le cui maglie si allargano nel tempo rendendo permeabile la struttura. È possibile velocizzare l'attivazione dell'emisfero destro attraverso:

la visualizzazione / la concentrazione / i suoni rituali / i canti rituali / la musica / l'ipnosi / il training di rilassamento / la meditazione o interiorizzazione / le cerimonie rituali.

 

torna su







Questo Articolo proviene da Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
http://www.esonet.it

L'URL per questa storia č:
http://www.esonet.it/modules.php?name=News&file=article&sid=743