Argomento:Letture d'Esoterismo


Documento senza titolo

Scoprire se stessi attraverso i simboli

di Athos A. Altomonte

© copyright by Esonet.it


Ciò che distingue l'esoterista dal collezionista di citazioni enigmatiche è la sua capacità d'intendere l'uso della materia trattata.

Che si tratti di metafora, simbolo, formula alchemica, forma geometrica, numero, suono o colore, l'esoterista s'impegna ad impararne l'uso, oltre che il significato.

E questo dà valore all'esoterismo, che non è una curiosità folkloristica, né elemento dell'immaginazione ma, piuttosto, un metodo di ricerca basato sull'osservazione.

 

Esercitare i canoni esoterici significa operare sulla materia viva dell'Uomo. Vuol dire essere in grado di agire su mente e coscienza per raffinarne struttura e capacità. Ed è all'inizio di questo percorso che si scopre l'interazione tra l'uomo ed il simbolo.

 

L'esoterismo è lo strumento adatto a penetrare la parte occulta (nascosta dall'apparenza) di ogni raffigurazione simbolica. Nel loro significato, apparentemente invisibile, si ravvisa l'aspetto dell'Uomo che il simbolo rappresenta. Sia esso fisico, come un sentimento, che metafisico, come il germe di una idea spirituale.

Ecco che il saggio ha costruito il simbolo per comunicare ai posteri la conoscenza di aspetti fondamentali dell'essenza umana.

In quest'ottica ogni codice ermetico posto in forma di metafora, simbolo, formula alchemica, forma geometrica, numero, suono o colore è il “veicolo” di un insegnamento essenziale.

Un tramite (ponte) per ri-conoscere ciò che di noi ci è ancora sconosciuto.  

 

torna su







Questo Articolo proviene da Esonet.it-Pagine scelte di Esoterismo
http://www.esonet.it

L'URL per questa storia č:
http://www.esonet.it/modules.php?name=News&file=article&sid=420