Dal Caos all’Ordine

Domande e RisposteSi può considerare l’essere un Iniziato l’aver raggiunto una determinata condizione dell’essere dove si è riusciti a domare e sconfiggere definitivamente la natura inferiore nell’uomo ed essere entrato in contatto costante con quella Luce la cui sorgente (la fiamma) rimane comunque lontana?

Dal Caos all’Ordine

di Adriano Nardi

D: Si può considerare l’essere un Iniziato l’aver raggiunto una determinata condizione dell’essere dove si è riusciti a domare e sconfiggere definitivamente la natura inferiore nell’uomo ed essere entrato in contatto costante con quella Luce la cui sorgente (la fiamma) rimane comunque lontana?

Inoltre che differenza c’è tra discepolo ed iniziato. Ed, in fine, è possibile che esistano individui pienamente realizzati spiritualmente e che magari hanno vissuto un iniziazione di cui non si sono neppure avveduti o è strettamente necessario affiliarsi ad un Ordine Tradizionale riconosciuto? A. C.

R: Caro Amico, la natura inferiore non va sconfitta né distrutta ma educata; poiché essa è il cavallo che porta chi lo governa dove ha deciso che vada e non viceversa. In questa metafora possiamo ritrovare il concetto di Sé inferiore (la Personalità detta in altri termini) e Sé superiore (l’Anima o Ego).

Va chiarito che è l’Anima ad essere il Discepolo, mentre la Personalità da Aspirante diventa Allievo, dopo essere stato “accettato” da un Istruttore (a sua volta accettato e riconosciuto come tale).

Quando la coscienza della natura inferiore accetta di lasciarsi guidare dalla volontà del Sé superiore, la Personalità da egocentrica diventa transpersonale (astratta). Inizia allora la costruzione di un ponte che colleghi le due nature, inferiore e superiore. Quando ciò è realizzato Personalità ed Anima così uniti, diventano l’incarnazione di un Iniziato. È tale allora, chi ha realizzato questa fusione tra le due nature.

Va da se che certi conseguimenti non possono avvenire a propria insaputa.

D: …è strettamente necessario affiliarsi ad un Ordine Tradizionale riconosciuto?

R: Un “Ordine Tradizionale riconosciuto” può essere una palestra in cui formare la propria conoscenza e quindi educarsi a riconoscere il movimento energetico ritualizzato. Ci sarebbe da discutere sulle parole tradizionale e riconosciuto.

Di fatto nell’opera di trasmutazione di Sé, si passa dallo stato di caos, quello in cui si muove abitualmente la natura inferiore, ad un ordine interiore, proprio della natura dell’Anima. In senso esoterico si entra in un Ordine (che è interiore – regolato da un rituale che muove forze ed energie), del quale gli Ordini Tradizionali conosciuti sono la rappresentazione essoterica.

torna su