Ciascuno ha il suo nemico

Agni YogaCiascuno ha il suo nemico, la cui levatura determina la sua propria, così come l’ombra dipende dalle misure dell’oggetto.
Non è il caso di preoccuparsene molto, ma neppure di sottovalutarlo. Non c’è uomo senza ombra.

Ciascuno ha il suo nemico

a cura di Adriano Nardi

prodotto per Esonet.it

Ciascuno ha il suo nemico, la cui levatura determina la sua propria, così come l’ombra dipende dalle misure dell’oggetto.

Non è il caso di preoccuparsene molto, ma neppure di sottovalutarlo. Non c’è uomo senza ombra.

Akbar, detto il Grande, considerava con solerzia i nemici. Il suo consigliere favorito ne teneva l’elenco. Akbar sovente domandava: «C’e qualche nome di valore sulla lista? Quando ne leggerò uno, manderò i miei saluti a quell’ amico travestito».

E diceva ancora: «Sono felice di aver applicato alla vita il sacro Insegnamento; di aver dato con pienezza; e di esser stato messo in luce dall’ombra di grandi nemici». Così parlava Akbar, che ne sapeva il valore.

Mai un Insegnamento è stato migliorato dai suoi seguaci. Se il nemico è un’ombra, la calunnia è il suono della tromba.

da Agni Yoga

torna su