Evoluzione degli Yoga

Agni YogaNon si può considerare l’Hatha Yoga come uno Yoga a sé stante. Lo spirito, crescendo, lo muta nel Raja.
È impossibile nominare un solo uomo che sia giunto alla meta per mezzo del solo Hatha Yoga.

Evoluzione degli Yoga

a cura di Adriano Nardi

Non si può considerare l’Hatha Yoga come uno Yoga a sé stante. Lo spirito, crescendo, lo muta nel Raja.

È impossibile nominare un solo uomo che sia giunto alla meta per mezzo del solo Hatha Yoga.

Nel mondo astrale, inoltre, le conquiste così ottenute possono anche essere nocive, poiché insistono in modo speciale sul corpo astrale. I fachiri riescono ad adattarvisi, ma senza volere indeboliscono l’ascesa del pensiero.

Persino chi medita immobile può andare più lontano; perché il pensiero è Signore di tutto ciò che esiste. Folgorando, genera la bellezza.

Certo un ardente Bhakti Yogi può accendere nuovi mondi con un pensiero. Ma i progressi di un Jnana Yogi non sono che il sorriso di un Raja-Bhakti .

Dunque l’Hatha e l’Jnana Yoga non sono auto-sufficienti.

Quale saggio non vorrebbe essere il Signore dell’amore?

da Agni Yoga

torna su