Rituale del Primo Grado – Il Tempio

Quattuor CoronatiDecorazione del Tempio in grado di A.

Rituale del Primo Grado – Il Tempio

a cura di Athos A. Altomonte e Adriano Nardi

Apprendista Libero Muratore

DECORAZIONE DELLA LOGGIA

in Grado di Apprendista

Il luogo chiuso e “coperto” nel quale si svolgono i Lavori si chiama Tempio.

Il Tempio è una camera quadrilunga, la cui direzione è dall’Occidente all’Oriente, con un’unica porta d’ingresso a due battenti. Ai lati della porta del Tempio, vi sono due colonne: a destra una colonna corinzia con incisa sul fusto la lettera “J”, con sul capitello tre melagrane dischiuse; a sinistra una colonna dorica con incisa sul fusto la lettera “B”, con sul capitello un globo terraqueo. Sulla stessa parete, all’estrema destra la statua di Venere, e all’estrema sinistra la statua di Ercole. Tra la Colonna “J” e la statua di Venere, su un gradino è posto un seggio con un altare di forma triangolare su cui sono posti: un Maglietto, un lume ad una luce, una colonnina mobile di ordine corinzio, per il 2° Sorvegliante.

Tra la Colonna “B” e la statua di Ercole, per il 1° Sorvegliante, il seggio è posto su due gradini con un altare triangolare sul quale sono: un Maglietto, un lume a due luci, una colonnina mobile di ordine ionico.

Gli scanni dei Fratelli sono posti longitudinalmente, in doppia fila, lungo le pareti del Settentrione e del Meridione. Gli Apprendisti prendono posto nella prima fila della Colonna del Settentrione; i Compagni nella prima fila della Colonna del Meridione; i Maestri nelle seconde file delle due Colonne. Posti particolari sono assegnati ad altri Fratelli, secondo i vari incarichi in Loggia. Lungo le suddette pareti, sei per parte, sono disposte simmetricamente dodici colonne rappresentanti lo Zodiaco.

La parte più importante del Tempio è l’Oriente, dove siede il Venerabile. Al centro della parete, dopo quattro gradini, vi è un podio rialzato, e dopo altri tre il trono del Venerabile, con davanti un’Ara triangolare sulla quale sono collocati: un Maglietto, un lume a tre luci, una colonnina dorica mobile. La copertura soprastante il trono è un baldacchino di velluto rosso con frange in oro; un po’ più in alto della spalliera del trono si vede un “Delta” in cui si legge a caratteri ebraici il nome del grande Architetto dell’Universo e poco più in alto il Sole e la Luna trasparenti. A destra del trono vi è la bandiera nazionale e la statua di Minerva; a sinistra il Labaro della Loggia. Ai lati del trono, sul podio, vi sono due tavoli: uno per l’Oratore a destra, ed uno a sinistra per il Segretario.

Sul limitare dell’accesso al podio dell’Oriente, al centro, vi è l’Ara dei Giuramenti, coperta da un drappo azzurro, su cui sono: il Libro della Legge Sacra, la Squadra ed il Compasso, ritualmente disposti, ed un candelabro a sette luci (detto Menorah). Sul lato dell’Ara rivolto ad Occidente sono poste le parole: “Libertà – Uguaglianza – Fratellanza”.

In terra vicino all’Ara, e simmetricamente ai piedi del trono, sono collocati dal lato degli Apprendisti, a Settentrione: una pietra grezza, un filo a piombo o perpendicolare, un mazzuolo, uno scalpello; dal lato dei Compagni, a Meridione: una pietra cubica sormontata da una piramide, una livella, un regolo e una leva. Al centro: una tavola da tracciare, una squadra ed una cazzuola.

Il pavimento, posto al di fuori del podio all’Oriente, è a scacchiera bianca e nera.

Al centro del Tempio sono collocati tre alti candelabri a fiamma viva disposti a triangolo, in mezzo ai quali ritualmente viene posto il “Quadro di Loggia”.

Un’altra Luce rituale, posta come le tre prima menzionate, è il Testimone, che viene acceso sul podio al limite del suo ingresso.

Intorno alle pareti del Tempio corre un cordone di colore rosso, appoggiato alle dodici colonne, formante sette nodi d’amore, che parte dal trono del Venerabile e le cui estremità terminano alle colonne “J” e “B”.

torna su